villaggio di natale a roma con neve e luci

Il Natale è fatto di storie, racconti e tradizioni culturali, che vengono tramandate senza perdersi nel tempo. 

Ad esempio, le casette di cartone decorate rappresentano un’istituzione natalizia, originarie dell’Europa Centrale, precisamente dalle antichissime tradizioni morave e risalgono circa 100 anni fa. Erano conosciute con il termine: le putz house, derivante dal tedesco “putzen”, ovvero, “pulire o “decorare”. Negli anni 20’ diventarono molto popolari negli Stati Uniti, ogni anno a dicembre venivano recuperati materiali riciclabili e adoperati per creare casette di cartone da mettere sotto l’albero.

Un’altra tradizione importante è quella dei villaggi di natale, conosciuti anche come mercatini, originari della Germania nel periodo del Medioevo. Il mercatino di natale di Dresda è il primo di cui rimane testimonianza in un documento del 1434, in cui viene citato uno “Striezelmarkt”che ebbe luogo il lunedì prima di Natale. Era solito fare villaggi natalizi in precisi momenti di connotazione religiosa, come nel periodo dell’Avvento, che diventava l’occasione per far scorte di viveri in vista del lungo inverno. 

In Italia, il mercatino di Natale più famoso, quello di Bolzano, nato nel 1990, che negli anni ha raggiunto importanti affluenze di visitatori. Insieme a Bolzano, Merano, Bressanone, Brunico e Vipiteno costituiscono il Percorso delle Cinque Stelle dei mercatini di natale dell’Alto Adige, vengono inaugurati tutti insieme nel venerdì che precede la prima domenica d’Avvento e rimangono aperti ogni giorno fino all’Epifania. 

Tra gli eventi di natale piu importanti ci sono i mercatini di natale di Bolzano, tra questi emerge quello ospitato a Roma due anni fa: il Villaggio di Natale Christmas Wonderland, un vero e proprio paese delle meraviglie, ispirato al già esistente Christmas Village di Singapore.